Primo appuntamento d’autunno 2018

Open Day

Sabato 22 settembre dalle ore 9 alle ore 18

Abbiategrasso Via Pavia 9

Annunci

Post di Maya

Come avrete letto dallo scorso articolo pubblicato da Maurizio, dal 7 al 14 luglio si è svolta una masterclass pianistica a Chianciano Terme: personalmente l’ho trovata una delle esperienze estive più belle di questi anni. In parte per via dell’ottima organizzazione e delle affidabili strutture, un po’ perché queste sono sempre le occasioni per tornare in contatto o immergersi completamente nella musica, percorso che non può che essere taumaturgico, in qualche modo. A migliorare ulteriormente l’esperienza è stata la possibilità di misurarsi continuamente con il pubblico: a differenza di un solo concerto finale, abbiamo avuto modo durante la settimana di suonare in occasione di prove a porte chiuse e aperte ed in veri e propri concerti, usufruendo di spazi come teatri e la prestigiosa Sala Fellini delle Terme di Chianciano. Penso che una delle soddisfazioni più grandi sia stata la presenza di pubblico, negli anni scorsi sempre scarso, che ci ha accolto calorosamente e ringraziato alla fine di ogni esibizione. Per quanto mi riguarda posso dire di aver guadagnato delle serene ore di studio, un bellissimo repertorio e tanto entusiasmo di avventurarsi in nuovi percorsi, nuovi progetti. Spero tanto che tutte queste nuove idee porteranno dei buoni frutti nell’anno venturo!

CORSI ESTIVI

Abbiamo concluso da qualche giorno il secondo appuntamento estivo della nostra scuola.

A giugno abbiamo sostenuto il tradizionale corso a Spiazzi di Gromo dedicato agli allievi più giovani, mentre a luglio siamo stati a Chianciano Terme in collaborazione con l’Associazione Umbria Classica che da oltre 30 anni organizza masterclass estive.

Entrambi i corsi sono stati formativi per i nostri allievi, il primo è servito ad imparare pezzi nuovi sotto il controllo costante dell’insegnante, per qualcuno ad evolvere la propria preparazione tecnico-musicale, ma per tutti quanti un occasione per aumentare la capacità e la resistenza allo studio pianistico.Non sono mancati i momenti di gioco e di scarico fisico, durante i pomeriggi nella pineta adiacente venivano organizzate delle vere e proprie sedute di workout a tema per rinforzare e rigenerare anche la parte muscolare. Mi sembra che i ragazzi siano stati contenti, di sicuro abbiamo registrato quest’anno il maggior numero di partecipanti. Ora studieremo qualcosa di nuovo per il prossimo anno. Mentre il corso di Chianciano era indirizzato al perfezionamento e alla prova concertistica dei repertori da solista di ognuno, e proprio tutti sono riusciti ad ottenere il proprio concerto personale importante in un contesto musicale di qualità. Gli organizzatori si sono complimentati coi nostri ragazzi per l’educazione e il rispetto dimostrato nel muoversi e nel condividere le strutture messe a disposizione, oltre che alla bella musica proposta…. ci vediamo tra poco più di una mese ad Acqui Terme …d9d2da6c-aca7-41c6-8061-f700da332326.JPG

FOTO DI GRUPPO IN SALA FELLINI A CHIANCIANO TERME

IMG_4939.JPG MAYA ARTUSI E MIRIAM AATTAL

IMG_5004.JPG

Concorsi 2018

Archiviata l’esperienza dei concorsi,ci prepariamo all’arrivo dell’estate, per goderci il meritato riposo e per continuare ognuno di noi, il proprio percorso di formazione musicale, nei vari luoghi dove si svolgeranno i corsi estivi: Spiazzi di Gromo ( Bg). Chianciano Terme ( Si) . Acqui Terme ( Al).

Sono contento dei risultati e dei ragazzi che hanno sostenuto queste prove impegnative. Da Sestri Levante per il temuto concorso J.S. Bach a Bellano per la prima dell’internazionale Città degli artisti, abbiamo raccolto ovunque premiazioni, questo ci incoraggia a continuare sempre meglio e lavorare nella giusta direzione per alzare il nostro livello.

Ci vediamo ai corsi estivi ad ascoltare nuova musica.

Maurizio

Notazioni musicali…..

In questi giorni mi sono ritrovata a pensare a come la musica sia, nell’immaginario collettivo, elemento fondamentale nello spazio del benessere e della positività.

A prescindere dagli studi svolti su situazioni quotidiane — studi che hanno sottolineato, ad esempio, come una musica sgradevole in un negozio ci spingerà ad allontanarci il più velocemente possibile senza nulla acquistare — possiamo anche vedere come l’importanza dell’elemento dell’armonia percorra la nostra cultura in lungo e in largo dall’inizio dei tempi.

Già nell’Arcadia, la terra mitica dei pastori-cantori, il locus amoenus — il luogo “ideale”, noi diremmo “paradisiaco” — di solito caratterizzato da un bosco ombroso, un rivo d’acqua e natura incontaminata non può essere completo senza la musica, il canto e la poesia.

Queste ultime sono prodotte dai pastori, ma sono sempre riflesso nello spazio circostante dagli animali e perfino le piante. La musica è sempre accompagnata da un lessico appartenente al campo semantico della dolcezza e della soavità.

Facendo un salto in avanti per arrivare alla Commedia di Dante, la musica, che è del tutto assente nella valle infernale — delineata invece attraverso grida e strepiti — diviene elemento caratterizzante del Paradiso, che è tutto un’alternarsi di luce e armonia celeste. Allo stesso modo la musicoterapia oggi studia le relazioni tra la musica e l’animo umano, quali effetti benefici questa può avere sul temperamento e sui turbamenti di ciascuno. Queste proprietà terapeutiche e spirituali di certo non erano ignote agli antichi, anche prima che fossero analizzate scientificamente: il canto e la musica erano componente vitale, alternata al silenzio, di preghiera e meditazione.

Di Maya Artusi

Terzo Concerto stagione 2018

Sabato 26 maggio alle ore 18,30

Abbiategrasso via Pavia 9.

Ecco che il pianoforte si estende

Risuona laddove da solo non puoi arrivare

I suoni si arricchiscono di armonie più strutturate

Il ritmo non è solo il tuo e quello universale della musica ma anche del cuore di chi ti sta vicino

Il suono nasce da un unico pensiero ma creato da mani diverse

Questo è suonare in due

Esperienza che fa crescere e arricchire il cuore …. specialmente quando suoni con tua figlia … è dura a non emozionarsi .

Secondo concerto 2018

Sabato 21 aprile abbiamo assistito numerosi al secondo concerto della stagione 2018.

Bravi i pianisti impegnati ad eseguire importanti opere di Beethoven davanti ad un pubblico attento e coinvolto.

Abbiamo preparato questo evento con grande passione, grazie alle bellezza e contenuto di queste magnifiche partiture, nonostante la loro estensione producono sempre in ogni momento l’attenzione verso il suono, i contrasti di colore e il grande carico emotivo che portano con se in ogni tempo.

Grazie come sempre ai numerosi e calorosi ospiti …. grazie di esserci, di ascoltare e donare il proprio tempo ai giovani che con passione ci allietano con la loro musicalità e purezza di spirito.

Vi aspetto al prossimo appuntamento 🙏

Concerto pianocity a Napoli

Quando si legge il programma di un concerto pianistico e si scopre che ascolteremo un programma interamente dedicato alla musica di Chopin e a suonare sarà un Maestro di tradizione e cultura come Marian Mika polacco …. si possono fare anche 1600 km in meno di due giorni, perché sarà un’esperienza unica. Difatti: cosi è stata!!! Abbiamo ascoltato i brani più significativi di Chopin ,che ha scritto musica che parla al cuore, musica che fa sognare, musica che trasporta in universi talvolta lontani dalla nostra immaginazione comune. Per questo a suonare deve essere un pianista che sa come far parlare il pianoforte e il Maestro Mika è uno di questi. Il pubblico ha ascoltato raccolto e in silenzio e quando il concerto è terminato con una toccante Mazurka come bis, nessuno voleva alzarsi. Nelle mani e nel cuore del Maestro tutto scorre facile e naturale, ogni cosa arriva con intensità ed eleganza, si crea quindi la bellezza, il bel suono , scultoreo e magnifico. Vado spesso a sentire concerti anche in ambiti importanti e conosciuti , ma uno Chopin cosi l’ho ascoltato solamente a Napoli il 24 marzo 2018 nella sala dei Baroni al Maschio Angioino. Grazie Maestro!!!!👏

Concerto 24 marzo

Abbiamo assistito sabato 24 marzo al primo concerto della stagione 2018, interpretato da Arianna Stabile e Giulia Grazzini, nella sala dei concerti della nostra Associazione Pianotime. Ringrazio i numerosi spettatori per la loro sentita presenza. Le giovani pianiste si sono espresse interpretando brani di rilievo nell’ambito concertistico, dando prova della loro maturità, ricerca stilistica ed espressiva, trasmettendoci profondi momenti di bella musica. Credo che ognuno di noi abbia vissuto un’ora speciale e di buona energia. Complimenti a loro e un augurio di crescere sempre con la musica al loro fianco…. le sta proprio bene.