5ce36409-d14e-4496-bd55-8d67e205617b.JPG

 

Tra qualche giorno riprende un anno nuovo, sono cambiati gli spazi e le cose dentro la nostra scuola, per migliorare l’accoglienza, la funzionalità, il calore reale e vero che deve trasmettere un posto dove si fa musica col cuore. Ma sono cambiate anche le mie energie e idee, quest’anno vorrei tante soddisfazioni per tutti quelli che proseguono o iniziano… dobbiamo avere in mano queste cose: UN SOGNO – UN PROGETTO – LA VOGLIA DI FARE E LA FIDUCIA NEL FARSI GUIDARE.

Lasciamo da parte lo smartphone perché per suonare servono ancora due mani.

Concerto chiusura corso estivo 1-7 luglio

Si è concluso oggi con il concerto finale il secondo corso estivo 2019….. nell’attesa di preparare il prossimo di fine agosto, da organizzatore e insegnante faccio qualche riflessione.

Sono certo dell’utilità e dell’efficacia che maturano i partecipanti in pochi giorni di lavoro, gioisco nel vedere un gruppo unito e di come le amicizie musicali prendono una bella forma e si consolidano sempre più.

L’organizzazione degli spazi di lezione e studio sono buoni e ognuno ha la sua postazione di lavoro ottimale.

Il suonare davanti a tante persone fa accrescere il senso di responsabilità, curando al massimo la propria preparazione , e la voglia di alzare il livello diventa un obbiettivo da raggiungere in pochi giorni.

Ci allena a studiare del tempo maggiore rispetto la media ordinaria.

Sono altresì consapevole però , che per fare un buon corso bisogna aver trascorso un anno musicale di buon livello: solo cosi si può chiamare Masterclass di perfezionamento pianistico, altrimenti diventa un corso di recupero dei debiti di studio maturati durante l’anno.

Anche se siamo pianisti amatoriali ogni tanto provare a puntare ad un livello più elevato ci aiuta a comprendere meglio la grandiosità e la bellezza della musica, che facciamo con le nostre mani , mente e cuore ogni giorno.

Il prossimo appuntamento:

Acqui Terme 31 agosto- 7 settembre 2019 .

Poi tante belle iniziative per il prossimo autunno 🍂.

Buona estate a tutti .

Maurizio

Via a nuovi progetti

Sappiamo che oggi mantenere la parola è una qualità piuttosto rara e poco diffusa, nelle mie riflessioni e intenzioni cerco sempre di farlo perché rappresenta uno dei miei valori, ma negli anni non sempre si è impeccabili, talvolta perché le cose e le circostanze ci impediscono di continuare a seguire una strada e la decisione di non mantenere un impegno a volte è più saggia che perseverare dove si ottenevano solo delusioni. Detto questo, sono contento che alcune bimbe che ho conosciuto anni fa e che ora sono delle donne con le idee ben chiare, potranno continuare a lavorare con me nel mio progetto e sogno di una vita, dedicandosi ai corsi di avviamento alla musica nell’età prescolare e ai corsi di creatività. Quando hanno iniziato a dare i loro primi esami e concerti, ho visto la capacità di poter iniziare a comunicare con la loro dolcezza e capacità con gli allievi più giovani che iniziano il loro percorso con la musica. Oggi le ho viste parlare e presentare ciò che fanno con le persone venute ad un evento organizzato per orientare i bimbi ai corsi dopo scuola per il prossimo anno. Ero felice per loro e se fossi stato un loro genitore mi sarei sentito fiero per la bellezza del loro sentire e purezza di spirito. Sono convinto che potranno uscire cose fantastiche!!

Questo era un mio impegno, una parola data a tutti i ragazzi che sono venuti a studiare con me di inserirli nel progetto della mia scuola… mia in senso convenzionale ma vostra dal punto di vista sentimentale.

Ogni volta che apro la porta di Via Pavia ringrazio chi mi ha sostenuto in tutto questo, chi mi da fiducia e chi viene con la voglia di imparare…

Presto arriveranno nuovi progetti, programmi, attività e collaborazioni .

Primo corso estivo

Finisce oggi la prima settimana dei corsi estivi… quest’anno in una versione inedita: nella nostra sede di Abbiategrasso. Abbiamo studiato sia il repertorio individuale che la musica d’insieme, ma anche conosciuto la vita e i luoghi dove è vissuto Giuseppe Verdi. Siamo stati nella sua terra natale a Busseto e Sant’Agata per poi ricollegarci a Milano la sua seconda patria, i ragazzi hanno visto e toccato con mano le sue opere non solo musicali ma profondamente umane e futuristiche, sono passati oltre 100 anni dalla sua morte ma il suo pensiero è ancora vivente e usufruibile da noi musicisti e appassionati.

Il gruppo ha lavorato molto bene, conferma che lontani dalla vita di tutti i giorni e calati maggiormente nella parte si possono ottenere soddisfazioni enormi.

Bisogna ancora lavorare molto e questo è in parte il mio ruolo, ma spero di aver trasmesso nuovi stimoli, mete e intuizioni sul proprio rapporto con la musica.

Mi rendo sempre piu conto che i nostri ragazzi inizialmente sono chiusi e poco comunicativi , poi si aprono proprio come un fiore mostrando tutti i loro colori e sfumature…. e su queste cose si può iniziare e proseguire il lavoro , perché possono diventare un ‘opera d’arte unica.

Per chi parte una buona estate, per chi verrà ai prossimi corsi un arrivederci con nuova carica e motivazione.

Ecco qualche vostra foto🤗🤗🤗

Rifletto sulla bellezza e la potenza che ha il suono

Lui è come una parola, una presenza gentile che invade il cuore di emozioni e intuizioni … talvolta tutto sembra scritto nell’ascoltare

Le diverse combinazioni di suoni creano nell’aria un’armonia di belle presenze, luminose e invisibili , che gli occhi miei cercano, trasmettendoci una vibrazione che ci attraversa tutto il corpo, trasformandoci per un attimo in quello che non sempre siamo.

Li posso trovare la mia vera essenza… lontano da pensieri e azioni negative generate da me stesso o dagli altri su di me… affossandomi nel buio della tristezza

La musica col suo suono ci libera e purifica con fare mistico e spirituale

…. la musica …. la cosa piu bella che mi sia mai capitata d’incontrare.

Laddove non ci sono più parole necessarie per raccontare, il suono continua col suo dolce cantare …

Maurizio

Riflessioni dal cuore

Mi rendo conto che il tempo passa velocemente: osservando il registro dei programmi coi miei allievi, penso a qualche mese fa dove ho scritto i progetti e programmi per ciascuno di loro, ho ipotizzato strade che portassero al risultato, ho invertito traiettorie cammin facendo per sostenere tutti durante gli imprevisti della vita, ho saputo credere in un lavoro e in una teoria, ho avuto fiducia di tutti quanti e anche nei momenti più difficili che possono capitare ho continuato a dare e credere di arrivare bene a fine corsi. Cosi sta andando per tutti e io vedo dal mio balcone un prato che si colora di fiori, profumi e suoni, con bellezza e qualità non banali…..

I corsi stanno arrivando alla pausa estiva( troppo lunga) ma per qualcuno arriva un passaggio importante: i corsi estivi , sono esperienze formative indispensabili per chi fa un percorso serio, perché offrono gli strumenti per diventare dei pianisti di livello superiore all’ordinario, qua ci si misura e si prova in contesti ufficiali tutto quello che si è imparato nel tempo e quello che si riesce a comunicare per mezzo del nostro suono.

Io ringrazio voi tutti per la fiducia e il bene che mi avete dimostrato e donato. Negli occhi dei miei ragazzi vedo tanto affetto e voglia di farmi ascoltare le loro cose studiate e imparate. Nei vostri sguardi capisco tante cose e vedo tanta vita passare in gioia e felicità e dove vedo qualche problema prego per voi che tutto si possa risolvere… Con le famiglie abbiamo una buona comunicazione e devo dire ottima collaborazione.

Sono felice di tutto questo e vi ringrazio perché il vostro bene mi aiuta ad avere voglia di essere sempre migliore come uomo e insegnante.

I corsi termineranno ufficialmente il giorno 8 giugno. Ci sarà spazio per i corsi estivi e il concerto del 15 giugno presso la nostra Associazione.

Ci aggiorniamo….. strada facendo

Bravi ragazzi complimenti 🎉 👏👏👏

Sempre e con entusiasmo

Quando i ragazzi vengono a lezione deve essere sempre un momento speciale , non si deve trovare un aria di tensione e rigidità, di giudizio o di analisi, ma arrivare e sperimentare quello che si è imparato e quello che si imparerà in questa nuova giornata di studio, con curiosità e voglia di completare un brano per sentirlo suonare dalle nostre mani con la sensibilità del sentire col cuore ogni nota. Io sono li a trasmettere ogni volta qualcosa d’importante per promuovere il cambiamento, per arrivare ad esprimere quello che la magia delle armonie possono diffondere nell’aria. Torno a ripetere che la musica è la cosa più bella che mi sia mai capitata, perché è profondità, amore e bellezza.

Concerto a Padova

Quasi tutto pronto per questa sera….. …

Come ti senti mi chiede qualcuno?

Bene rispondo!

Sento Chopin che aspetta di ritornare per qualche minuto tra le persone e nel mondo dei suoni… mai si muore quando si lascia un testamento musicale del genere al mondo di domani.

Io sono tranquillo e ho voglia di dare, di ascoltare e ascoltarmi, di osservare quel mondo invisibile che sta davanti a noi, spazialmente quando si fa qualcosa di musicale, nel suono rivive ogni cosa…. ogni persona…. ogni momento passato e futuro…