Concerto di fine corsi

Per qualcuno l’anno musicale finisce giovedi 9 giugno e si prenderà una lunga pausa estiva, per altri invece inizia la parte più divertente quella dei corsi estivi e le esperienze concertistiche la prima inizia proprio il 9 dove qualcuno porterà per la prima volta in concerto i pezzi appena imparati. La musica non dovrebbe fermarsi per molto tempo… vi aspetto giovedi 🍀🍀🍀

Concerto di fine corsi.

Concerto per casa Allianz di Pavia

Si è conclusa la sera per casa Allianz di Pavia… un momento bellissimo dove ho potuto suonare i miei autori cari, iniziare con la prima ballata di Brahms mi ha aperto il cuore e la strada per arrivare a Beethoven e Schubert per terminare ancora con la Rapsodia op 119 di Brahms dal carattere eroico e solare.

Ringrazio casa Allianz per questo progetto, tutti gli organizzatori evviva la musica finalmente in presenza 💖

Manca poco

Domani ci sarà il secondo appuntamento per i concerti organizzati da casa Allianz. Tutto è pronto , la musica di domani è come un filo che si collega denso di emotività e interiorità in alcuni brani che sembrano scritti proprio per i nostri giorni, per farci pensare ed essere meno superficiali. Ringrazio casa Allianz che è sempre sensibile verso la musica dal vivo🍀… a domani.

Concerto del 27 aprile 2022

Dopo qualche tempo di studio intenso finalmente riuscirò a portare in concerto delle opere a me molto care e in questo momento della vita particolarmente sentite. Nella musica di Bach trovo tutta la freschezza e l’energia che ancora mi sento dentro, in Beethoven sento le vibrazioni di un opera che è un monumento , difficile da rendere tale per i continui cambi emotivi, dopo che hai suonato questo pezzo ti senti in un altra dimensione, non piu umana e ritornare in se stessi è come un risveglio improvviso, nell’opera di Schubert mi sento coinvolto in un canto di grande intensità, mi rivedo bambino, mi guardo adulto e sento la bellezza in ogni nota che tocco… questo è il mio stato d’animo per questo concerto che tra poco arriverà….

Il mondo dei suoni

Potrà essere una riflessione di parte o dettata dal romanticismo, ma vivere nella distrazione del mondo dei suoni è una magnifica esperienza…. Quando spesso siamo preoccupati per tutto quello che sentiamo e quindi condizionati dai pensieri e preoccupazioni non propriamente nostri, il mondo dei suoni ci distrae con le sue emozioni, ci fa stare staccati dalle cose di sempre, impegnati a costruire armonie, immaginazioni e proiezioni con i pezzi che in questi momenti stiamo suonando. Lo vedo in me stesso, ma anche in tanti miei studenti dei corsi più avanzati, stare su quelle pagine porta lontano e accende ogni inizio di giornata con un nuovo appuntamento… spesso con più entusiasmo rispetto alle cose che facciamo e sentiamo ogni giorno. Ma quale musica genera tutto ciò…. Quale compositore….. quale strumento….ognuno di noi entra in risonanza con qualcosa o qualcuno che più lo accomuna e così é per il magnifico mondo dei suoni, alcune musiche in certi anni della nostra vita sono come i nostri vestiti, sempre a contatto con il nostro corpo….. io ultimamente sto vivendo una vita parallela alla mia 😃😃 grazie alle stagioni di Tchaikovsky op 37 , presto le presenterò in concerto… ma il passare ogni giorno attraverso tutti i mesi dell’anno con le caratteristiche speciali di ogni stagione, con i ricordi ma anche i desideri futuri che in ogni mese immagino e desidero, hanno trovato in me un canale di comunicazione e di benessere con forze più grandi degli umani….. non voglio esagerare, ma entrare in ogni mese e dimenticare chi sono oggi è un esperienza non comune… la bellezza di questa scrittura, il timbro del pianoforte , l’interpretazione sentita senza badare al meccanismo fanno un ‘opera per me speciale…. Grazie a chi ha scritto queste belle note, a chi ha inventato i pianoforti…. A chi rende possibile sentire e vivere queste esperienze….ogni tanto ci dimentichiamo ma dobbiamo ringraziare chi ha sperimentato e costruito, chi ha inventato e scritto, chi ci ha insegnato e ci insegna…. Io non sarei niente senza questo passato e sicuramente sarei ridicolo a muovere soltanto le dita senza sentire e apprezzare la storia e la cultura della musica nella sua essenza reale. Sono sempre felice quando qualcuno si avvicina alla musica, sicuro che sarà un esperienza formativa, sia per cultura che per il cuore…

Un saluto all’anno che se ne va …..

L’anno che ci sta salutando porta con se tante emozioni e momenti speciali…. poi l’essere umano tende a ricordare solo i brutti avvenimenti e quando si festeggia il nuovo passaggio si manda a quel paese l’anno appena trascorso. Vorrei pensare diversamente e provare a mandare questo augurio a chi legge i miei scritti ogni tanto dal sito. Senza andare nelle faccende personali, ma ognuno di noi durante il 2021 sicuramente ha conosciuto la sofferenza, i dispiaceri, le delusioni, lo sconforto….. ma se andiamo a fondo e sappiamo vedere bene le cose abbiamo anche conosciuto la bellezza, la felicità, lo stare bene…. credo che è su queste energie che sia giusto affrontare il nuovo passaggio, solo cosi si potrà costruire o ricostruire, andare oltre o restare legati alle delusioni e dispiaceri…. sono sempre scelte, a noi farle o no.

Mentre per la musica che verrà ci sono tanti progetti per i miei studenti, i mesi di gennaio e febbraio serviranno per chiudere i programmi da concerto e iniziare la stagione primaverile con almeno una attività al mese, dove si potrà suonare…vedremo i nuovi sviluppi…

per me stesso annuncio una serie di concerti a Milano, dove in almeno due di questi presenterò un nuovo programma : Le Stagioni op 37-b per pianoforte di P.I.Tchaikovsky.. un lavoro che mi ha fatto vivere in questi mesi di studio in un altro mondo…. quanta bellezza ho scoperto… credo che le suonerò con un intensità particolare.

Vi mando un grande abbraccio a tutti, studenti e famiglie e amici che siete iscritti o che leggete questo sito…. e che la vita sia sempre col sole !!!

Maurizio Ruggiero

Grazie a tutti

Ringrazio tutti i partecipanti al mio concerto di domenica 5 dicembre e anche ai numerosi che per motivi di ingresso e spazio ristretto non hanno potuto assistere. Come già detto avevo pensato ad un concerto impostato per ascoltare e non per vedere, per sentire delle sensazioni che la musica trasmette, per ascoltare delle parole che possano entrare a far parte dei nostri pensieri, quelli più sereni, quelli che in qualche modo fanno parte dei nostri desideri di felicità e realizzazione. La musica di Bach, quella purezza e lucentezza cristallina delle linee del canto, le mie composizioni nate da ispirazioni e ascolti interiori credo abbiano fatto il resto, sono felice che sia riuscito tutto e magari ci sarà un prossimo appuntamento… la musica i suoni i colori e la luce meritano davvero il vostro applauso👏👏👏❤️